Che cos'è lo slow living? Capire il concetto

Douglas Harris 01-06-2023
Douglas Harris

Il movimento lento Non è solo un movimento per il benessere e la salute, ma cerca un rapporto più ecologico e armonioso dell'essere umano con le risorse umane e naturali. Dà priorità al salvataggio delle relazioni, basandosi sull'idea che dovremmo vivere con più affetto e valorizzare i legami con le persone che sono importanti per noi.

Nata in Italia negli anni '80, la lento è emerso insieme a slow food in contrapposizione a fast food . O slow food Si batte per la valorizzazione dell'atto del mangiare, pensando al cibo a partire dalla sua produzione, rispettando i tempi della natura, valorizzando i produttori locali e l'agricoltura naturale; per un pasto con il tempo di godere e di mangiare, in compagnia di persone significative e con consapevolezza nell'atto del mangiare. I valori della slow food - il rispetto per i tempi della natura, l'apprezzamento del locale e del piccolo e la valorizzazione delle relazioni - sono stati incorporati da altri settori della vita e della società, che hanno percepito il movimento che alcuni studiosi chiamano "accelerazione sociale del tempo".

Come rallentare? Vivere con lentezza in pratica

È una domanda che sento spesso quando parlo con qualcuno di contratti temporali nella società e di coscienza del tempo.

"Contratti di tempo" è un'espressione che uso per parlare degli accordi che abbiamo in relazione al tempo nella società e che di solito non problematizziamo. Ad esempio, perché dobbiamo rispondere a un messaggio appena arriva? Chi ha creato questa convenzione? Perché non osiamo affrontarla, creando altri contratti di tempo?

D'altra parte, la "consapevolezza temporale" è l'idea che ogni persona possa scegliere come utilizzare il proprio tempo attraverso un processo di consapevolezza e autonomia rispetto ai contratti temporali. Questo atteggiamento può trasformare profondamente le relazioni che abbiamo con le altre persone e con il pianeta.

Prima di tutto, bisogna capire che rallentare non significa necessariamente essere lenti o pigri. Rallentare significa fermarsi e respirare. Pensare a quando la velocità e la fretta hanno senso e a quando non ne hanno e si corre, semplicemente perché è ciò che viene considerato "normale".

Quante volte vi siete trovati di fretta, ansiosi, alle prese con mille compiti e con la sensazione di non esservi quasi fermati a pensare a quello che stavate facendo o di non essere pienamente presenti in tutto quello che facevate?

Quante volte vi siete trovati di fretta, ansiosi, alle prese con mille compiti e con la sensazione di non esservi quasi fermati a pensare a quello che stavate facendo o di non essere pienamente presenti in tutto quello che facevate?

Rallentare è proprio essere presenti, con pienezza, disponibilità e attenzione a ciò che si fa. La coscienza del tempo è l'atteggiamento di chiedersi come sta andando il proprio rapporto con il tempo, come lo si sta usando e se lo si sta usando per le proprie priorità interne o per le urgenze esterne. Naturalmente dobbiamo riconoscere che questa è una sfida enorme, soprattutto per chi vive nelle grandi città.Ma è possibile e può avere enormi benefici per il vostro benessere e la vostra salute.

Guarda anche: Com'è la vostra vita sociale?

Decelerare, quindi, non è un compito semplice: richiede conoscenza di sé, consapevolezza del rapporto con il tempo, scelte legate alle proprie priorità e molta energia per sostenere opzioni che vanno contro la corrente di questo mondo che ci accelera quotidianamente. Ma, credetemi, ne vale la pena!

6 ATTEGGIAMENTI PER RALLENTARE

Si tratta di sei movimenti molto semplici, ma che rimescolano la percezione del tempo nella nostra vita e portano effetti sul modo in cui ci rapportiamo ad esso e alle scelte legate al suo utilizzo.

1. prendersi cura delle relazioni che sono importanti per voi

Chi sono oggi le persone più importanti della vostra vita? Come sono presenti nella vostra quotidianità? Siete stati davvero presenti, nelle conversazioni profonde o nei silenzi rivelatori, ma negli incontri di scambio di affetto e pienezza? La convivenza affettiva è un modo per umanizzare le relazioni e rallentare. L'ascolto attento, l'attenzione piena e la presenza sono fondamentali per un ritmo più lento.

2. comprendere le proprie scelte di tempo

Come utilizzate il vostro tempo? Come distribuite le 24 ore di ogni giorno e i giorni della settimana in relazione a ciò che vorreste e a ciò che dovreste fare? Cosa occupa più tempo nella vostra vita oggi? Cosa vorreste avere di più? Rendetevi conto delle vostre scelte di tempo e prendete le redini di queste scelte per voi stessi. Chiedetevi quando la velocità ha senso e quando no.

Non stiamo parlando di gestione del tempo, ma di consapevolezza del tempo e di autonomia. In sostanza, si tratta di conoscere le proprie scelte di tempo e di cercare di trasformare ciò che dà fastidio (naturalmente capiamo che alcune scelte sono possibili e altre no, ma accorgersene è già un passo importante per capire dove è possibile cambiare). A volte la trasformazione avviene proprio in unaLa velocità è violenza e la fretta è una dinamica sociale che elegge l'agilità a cosa positiva. Molte scelte, quindi, sono soggette alle convenzioni sociali. Ma la consapevolezza è trasformativa ed è il primo passo verso l'autonomia.

3. parlare del tempo della vita e delle cose che si fanno.

Quante volte avete risposto a un messaggio solo per non apparire lenti? Quante volte questa reazione veloce non ha necessariamente soddisfatto la richiesta del vostro interlocutore, ma avete reagito lo stesso, solo per dare conto della velocità come richiesta posta e velata? Dobbiamo parlare di tempo. E non solo dal punto di vista della mancanza di tempo, della fretta, dell'indisponibilità, che ci serve piùDobbiamo parlare di contratti sul tempo. Quando cambiamo gli accordi e i modi di gestire il tempo, promuoviamo piccole grandi trasformazioni. Invece di rispondere a quel messaggio in modo rapido e insensato, per esempio, rispondete dicendo che risponderete con calma non appena potrete dedicargli l'attenzione che merita. Provate a problematizzare le scadenze e i ritardi. Parlate delè importante per costruire nuove relazioni con il tempo.

4. fare una cosa alla volta

Viviamo in una società della performance, che valorizza la multitasking (In pratica, passiamo da un compito all'altro e siamo inefficaci, ci sfuggono cose e dimentichiamo cose importanti, ci occupiamo delle urgenze a un ritmo frenetico e non ci rendiamo conto di quali siano le nostre priorità. Spesso è meglio fare una cosa alla volta, in sequenza e con la massima attenzione.

5. rimanere più a lungo offline

Avete davvero bisogno di guardare quel messaggio non appena il dispositivo emette un segnale acustico? Avete davvero bisogno di essere online per così tante ore al giorno? O avete davvero bisogno di chattare attraverso i programmi di messaggistica mentre pranzate? Le tecnologie sono "ladre di tempo" nella vita contemporanea. Spesso, il "flusso" sui social network, ad esempio, è legato ai pochi momenti di intrattenimento a cui avete diritto nella vostra giornata.Non vogliamo che li abbandoniate, ma che pensiate di poter gestire meglio il vostro rapporto con i gadget tecnologici e con gli schermi in generale, assicurandovi più tempo per la presenza e la piena attenzione, sia con voi stessi che con altre persone e relazioni importanti per voi.

Fare delle pause

Il mondo ci spinge a correre, fermarsi è un grande sforzo. È difficile trovare il tempo, nella nostra agenda fitta di impegni, per fare un tratto di strada a piedi, per contemplare la città, la strada, la gente; un tempo per riflettere, per ascoltare qualcuno, per ascoltare un po' di musica, per pranzare in silenzio. Immaginate un tempo per non fare niente! Un tempo per non (essere) occupati!Questo momento è ancora più raro! Concedetevi questo tempo senza sensi di colpa. Tenete presente che la pausa non deve servire solo a riprendere fiato per tornare al lavoro. La pausa è per voi, godetevela.

Guarda anche: Cosa significa sognare un pollo?

Douglas Harris

Douglas Harris è un esperto astrologo e scrittore con oltre due decenni di esperienza nella comprensione e interpretazione dello zodiaco. È noto per la sua profonda conoscenza dell'astrologia e ha aiutato molte persone a trovare chiarezza e comprensione delle loro vite attraverso le sue letture dell'oroscopo. Douglas ha una laurea in astrologia ed è apparso in varie pubblicazioni, tra cui Astrology Magazine e The Huffington Post. Oltre alla sua pratica di astrologia, Douglas è anche uno scrittore prolifico, avendo scritto diversi libri di astrologia e oroscopi. È appassionato di condividere le sue conoscenze e intuizioni con gli altri e crede che l'astrologia possa aiutare le persone a vivere una vita più appagante e significativa. Nel tempo libero, Douglas ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la sua famiglia e gli animali domestici.