Creare aspettative in amore segnala le vostre più grandi paure

Douglas Harris 02-06-2023
Douglas Harris

Quante volte abbiamo sentito dire che non dobbiamo creare aspettative nella nostra vita affettiva? Nelle mie consulenze sento spesso questa domanda: "Cosa fare per non avere aspettative?". Molte persone si rimproverano addirittura di non essere in grado di liberarsene. Tuttavia, le aspettative non sono così semplici da poterle semplicemente far sparire. Cerchiamo quindi di capire meglio questo problema.

Il problema non è creare aspettative, ma affezionarsi ad esse.

Nel dizionario, aspettativa significa "sperare che qualcosa accada o si avveri". Fin qui tutto bene, tutti noi speriamo sempre che qualcosa si avveri, e questo è naturale.

Tuttavia, il problema inizia quando ci affezioniamo a una possibilità, quando ci angosciamo per la possibile mancata realizzazione di tale aspettativa o quando diventiamo troppo ansiosi di sapere cosa accadrà.

Mi piace il modo in cui il dottor Joshua David Stone affronta questo tema: "hanno preferenze, ma non attaccamento" In altre parole, siate chiari su ciò che preferite che accada, ma non attaccatevi a questa possibilità, rimanete aperti e consapevoli che altre opzioni - che non sono necessariamente quelle che preferite - possono verificarsi.

Conoscete qualcuno e immaginate già come vivrete insieme in futuro?

Notate come di fronte alle situazioni, soprattutto nella vita affettiva, tendiamo a creare delle piccole storie nella nostra mente: incontriamo una persona e già immaginiamo come sarà stare con lei, frequentarla e sposarla.

Ci mettiamo con una persona interessante e già creiamo il film di come sarà la conversazione quando ci manderà un messaggio o ci chiamerà. Oppure può succedere che incontriamo la persona e già immaginiamo di non essere abbastanza bravi da suscitare il suo interesse e che passeremo a qualcun altro più interessante.

Stiamo con una persona e già soffriamo di ansia al pensiero se ci contatterà o meno.

Immaginiamo che la situazione si svolga secondo i nostri sogni e desideri o, al contrario, proiettiamo già sulla persona le possibilità contaminate dalle nostre paure e dai nostri timori. Sognare in modo distaccato è salutare, ci aiuta a mantenerci vivi, felici e motivati.

Pertanto, il Le aspettative sono di per sé naturali, e sarebbe strano se non ne avessimo. È l'attaccamento o la paura nei loro confronti che le trasforma in aspetti negativi. Ma soprattutto, di solito denota uno squilibrio che dobbiamo esaminare più da vicino.

Perché vi aggrappate alle possibilità d'amore che avete idealizzato?

Se ci fermiamo ad analizzare attentamente, dietro ogni aspettativa negativa c'è un bisogno esagerato, la paura del rifiuto, dell'abbandono o della solitudine, o qualche altro tipo di energia negativa.

In realtà, l'aspettativa distorta rappresenta la paura di provare una sensazione molto spiacevole, che evitiamo a tutti i costi. Pertanto, abbiamo paura della verità, che ci farà confrontare proprio con ciò da cui stiamo scappando.

L'aspettativa distorta rappresenta la paura di provare una sensazione molto spiacevole, che evitiamo a tutti i costi. Per questo motivo, abbiamo paura della verità, che ci costringerà a confrontarci proprio con ciò da cui stiamo scappando.

Vogliamo avere una relazione, ma questo richiede il coraggio di affrontare il rischio che la relazione non funzioni.

Se non vogliamo affrontare la possibilità che la relazione non vada avanti, diventa un fantasma che inizia a perseguitarci. Ma questa angoscia si sovrappone alla speranza di vivere la possibilità positiva, che davvero intravediamo e desideriamo.

Oppure, dall'altro lato, crea un attaccamento smodato a ciò che desideriamo, ma anche basato sulla paura di affrontare ciò che considereremmo un rifiuto o un abbandono.

In genere ci aggrappiamo a una possibilità affettiva perché non vogliamo lasciar andare qualcosa che ci sembra troppo bello, oppure perché fuggiamo da altre possibilità che ci sembrano troppo brutte, o addirittura da entrambe le cose allo stesso tempo. Abbiamo paura di affrontare emozioni e sentimenti spiacevoli.

Crearsi delle aspettative acceca la verità nell'amore

Quando non elaboriamo consapevolmente queste paure (uso questa parola per generalizzare i sentimenti negativi) dietro le aspettative, esse possono lasciarci ciechi di fronte alla verità. Poiché non vogliamo vederle, perché sarebbero troppo dolorose, ci lasciamo trasportare dalle nostre piccole storie.

Guarda anche: Cosa significa sognare un incidente?

Ad esempio: Se la persona dice di voler uscire con noi, pensiamo già che si stia in qualche modo impegnando, altrimenti non lo direbbe. Se ci chiama ogni giorno, pensiamo già che stiamo uscendo insieme. Oppure, se non ci chiama, ci sentiamo già il peggior essere umano del mondo. La relazione non va avanti e, per questo, ci sentiamo un fallimento o più piccoli degli altri.

Il nostro desiderio di vivere la possibilità scelta può essere così grande che iniziamo a vedere le cose all'esterno in modo illusorio.

Il nostro desiderio di vivere la possibilità scelta può essere così grande che iniziamo a vedere le cose all'esterno in modo illusorio.

Vediamo ciò che vogliamo, creandoci una menzogna, forziamo la barra, il tutto senza renderci conto di ciò che stiamo facendo. Ma a un certo punto la verità apparirà, annullando l'illusione, disilludendoci e frustrandoci. Oppure, al contrario, ci immergiamo talmente tanto nella possibilità negativa che, di fatto, creiamo inconsciamente le condizioni perché si realizzi.

Come ci prepariamo ad affrontare la verità e a rendere di nuovo sane le nostre aspettative?

Autostima: l'amore per se stessi e il potere personale sono fondamentali

Quando siamo forti e in salute, compiti come sollevare un peso, camminare e svolgere la nostra vita quotidiana ci sembrano normali; se invece siamo malati o deboli, tutto sembra diventare pesante e persino impossibile.

Se la nostra struttura mentale, emotiva e spirituale è indebolita, qualsiasi situazione, soprattutto affrontare la verità o le frustrazioni e le delusioni - che sono parti naturali della vita - può diventare troppo pesante e talvolta insopportabile.

Così come ci prendiamo cura del nostro fisico per mantenerlo forte e sano, dobbiamo anche prenderci cura dei nostri sentimenti, pensieri e aspetti spirituali, per mantenerli sani e forti.

Se non siamo sani, non saremo in grado di affrontare le cose più elementari e banali, perché non potremo evitare la natura stessa della vita. Rendetevi conto che la vita non è crudele, siamo noi che finiamo per indebolirci per affrontarla.

La nostra capacità di mantenere la verità è molto legata al nostro potere personale e all'amore per noi stessi, perché senza di essi non possiamo affrontare le possibili frustrazioni, la tristezza e le delusioni che sono una parte naturale dell'amore e della vita in generale.

Quando ci prendiamo cura di noi stessi per stare bene e ci proponiamo di vedere e vivere la verità, abbiamo già ridotto la quantità e l'intensità delle nostre frustrazioni.

Tuttavia, avremo sempre dei punti ciechi su cui lavorare, e anche questo è naturale. Dovremo sempre affinare nuovi punti ciechi, più sottili e delicati. Più la nostra autostima si rafforza, meglio affronteremo il passo successivo.

Le ferite emotive e gli schemi mentali negativi sono stati ereditati dalla famiglia.

Di solito i pensieri e i sentimenti negativi che trasformano le nostre aspettative in aspettative negative, indebolendo il nostro potere personale e il nostro amor proprio, provengono da strutture di ferite emotive che hanno origine nell'infanzia.

Nel corso della nostra vita accumuliamo le ferite sottili che non sono state curate, assimilate, rassegnate e quindi si accumulano sotto forma di dolore, paura e bisogno, creando quello che io chiamo il "sé ammaccato".

Attualmente, la nostra intera struttura di vita; il modo in cui nasciamo, cresciamo e moriamo; il modo in cui abbiamo condotto le nostre vite negli aspetti fisici, emotivi, mentali e spirituali per generazioni, non solo non contribuisce alla guarigione, ma aggrava ulteriormente queste lesioni.

I nostri bisnonni e la società del tempo in cui sono vissuti hanno cresciuto i nostri nonni in un'esperienza di dolore e di incapacità di affrontare le ferite più sottili, che a loro volta hanno trasmesso ai nostri genitori, i quali hanno ripetuto questa esperienza per noi.

Tutta la nostra realtà odierna, purtroppo, funziona in modo da creare ferite e poi rimediare solo ai sintomi e al dolore, ma non alle loro cause. Queste ferite sottili sono schemi emotivi, mentali e spirituali negativi, aggravati nel corso della vita, e ancor più nel corso di generazioni e generazioni.

I riferimenti della nostra creazione, cioè il modo in cui viviamo e conduciamo la nostra vita in tutti i suoi aspetti, sono presi come normali, sono il riferimento di come le cose funzionano e dovrebbero essere.

Ma è proprio questo che ci danneggia, perché il nostro modo di vivere non ci fornisce l'amore di cui abbiamo bisogno e così cresciamo in un vuoto cronico e in una mancanza Questa mancanza ci spinge a cercare esperienze che aggravino ancora di più questo vuoto, perché può essere davvero sanato e riempito solo da noi stessi.

Iniziare a prendersi cura di queste ferite richiede un impegno deciso nei confronti di noi stessi per sviluppare il coraggio, l'amore, la pazienza e la perseveranza di entrare continuamente in contatto con il nostro io ferito. In fondo, come possiamo vedere, si tratta di una ferita profonda e la sua guarigione richiede molto amore, pazienza e gentilezza nei confronti di noi stessi.

Abbiamo bisogno di tornare in contatto con noi stessi internamente, di iniziare a notare ciò che sta accadendo dentro di noi, nei nostri pensieri e sentimenti, in modo da poter promuovere la nostra guarigione.

A coloro che vogliono approfondire questo processo o che sentono che è molto difficile farlo da soli, consiglio di cercare un qualche tipo di accompagnamento terapeutico, all'interno della linea con cui ci si identifica.

3 passi per affrontare positivamente le vostre aspettative

Affronteremo tre passi per gestire al meglio le aspettative. Questi passi dovrebbero essere utilizzati più volte. Eseguirli una sola volta sarà di scarso valore, perché è nella continuità della pratica che si costruisce il risultato. Se possibile, scrivete ciò che notate ogni volta che fate questo esercizio e rileggete queste registrazioni di tanto in tanto, notando lo scenario che vi offrono nel loro insieme.

1 - Notate come affrontate le piccole storie che create per ogni possibilità e situazione.

Se vi porta qualcosa di positivo, bene, mantenetelo, ma se vi porta qualcosa di negativo, fermatevi a vedere cosa c'è dietro l'impressione negativa.

Se non potete fermarvi a fare questa riflessione in modo più meditativo, scrivete o conservate ciò che vi è venuto in mente per approfondire e lavorare più a fondo su questa aspettativa in seguito.

2 - Quando potete, prendetevi del tempo per essere più riservati e calmi.

Seduti o in piedi, chiudete gli occhi. Se volete, mettete le mani sul cuore, sulla pancia o una mano sul cuore e una sulla pancia, sentendo questo contatto di voi con voi stessi. Respirate lentamente e profondamente fino a sentirvi più rilassati e presenti.

Pensate ora alla situazione che vi provoca aspettativa. Osservate i sentimenti e i pensieri che vi vengono in mente. Vedete se notate qualcosa che va oltre l'ansia o l'angoscia. Se c'è tristezza, paura, rabbia. Questa situazione vi ricorda altre esperienze? Immaginate di togliere questo strato di sentimenti. Cosa c'è dietro?

3 - Guarigione attraverso tecniche energetiche:

Utilizzate quella che già conoscete, indirizzandola verso la guarigione di ciò che avete percepito (sentimenti come il bisogno o il rifiuto, qualche situazione che vi si è presentata sotto forma di ricordo, persone che dovete perdonare - compresi voi stessi, ecc.), oppure cercate una tecnica con cui vi identificate. Se possibile, associatene diverse. Alcuni suggerimenti:

  • Affermazioni con lo specchio

Una volta notata la sensazione o la causa della sensazione, create un'affermazione che vi permetta di lavorare o rilasciare quell'energia. Esempio: Sono uscito con una persona, le ho mandato un messaggio ma lei non mi ha risposto e non mi ha nemmeno più cercato. Mi sono sentito molto rifiutato, frustrato e stanco di affrontare di nuovo questa situazione.

Quando ci troviamo di fronte a un rifiuto, di solito ci colpevolizziamo e ci sminuiamo, ma possiamo cercare di percepire la situazione come un apprendimento e, a prescindere da quanto la sensazione negativa ci infastidisca, portare l'attenzione su ciò che dobbiamo imparare e guarire.

Da bambini non abbiamo imparato ad essere accettati e quindi creiamo questo filtro del rifiuto come riferimento. È ora di insegnare a noi stessi e di imparare allo stesso tempo. Come dice l'autrice Louise Hay, "prima di tutto dobbiamo smettere di criticare, smettere di maltrattare e torturare noi stessi e invece accettarci".

Di fronte a uno specchio, guardatevi negli occhi e dite: "Mi amo e mi accetto incondizionatamente". , "Ti amo e ti accetto incondizionatamente". Vedere come ci si sente.

Guarda anche: Che cos'è l'EFT?

Se questo è scomodo, stiamo toccando la ferita sottile e questo è ciò che vogliamo. Continuate ogni giorno e notate che il disagio tende a diminuire. Anche se non provate disagio, questo è un modo di nutrire l'amore per se stessi e quindi dovrebbe essere fatto allo stesso modo.

Completare con altre affermazioni positive. Esempio: "Sono degno di amare e di essere amato". , "Posso essere felice" , "Mi merito una relazione affettiva sana e armoniosa" .

Le affermazioni possono essere fatte durante la giornata, anche senza lo specchio, per rafforzarle e approfondirle.

  • Un'altra affermazione con cui possiamo lavorare per liberarci dalla negatività è: "Lascio andare tutti i sentimenti di rifiuto (o altri sentimenti o schemi negativi identificati)". .

Se questo vi sembra difficile o poco realistico, potete dirlo: "Sono disposto a lasciar andare il bisogno di essere rifiutato". .

Quando lo dite, non significa che volete consapevolmente essere rifiutati, ma che le vostre ferite sottili e i vostri dolori portano al bisogno di rivivere quel dolore. Quindi, affermiamo che siamo disposti a lasciar andare il bisogno di auto-lesionismo da quel dolore, cioè siamo disposti a lasciar andare quella ferita sottile.

"Lascio andare ogni tristezza, sono disposto a lasciare andare ogni bisogno di essere triste. Lascio andare ogni desiderio, sono disposto a lasciare andare ogni bisogno di desiderare". In base a ciò che percepite nell'esercizio di contatto con voi stessi, notate quali sono le affermazioni che possono aiutarvi di più. Esse tendono a cambiare con il tempo, o anche a essere ripetute di tanto in tanto.

Ascoltate qui sotto un

Indirizzate il clearing energetico effettuato nell'audio sottostante a ciò che percepite essere dietro le vostre aspettative e alla situazione stessa.

Altre cure energetiche

O Reiki potrebbe essere una possibilità, così come il Acqua Therapy Per saperne di più su di loro, cliccate sui link!

Rafforzate voi stessi!

Per potenziare voi stessi, dovete concentrarvi su cose, aspetti, atteggiamenti o azioni che vi fanno sentire più positivi e forti. Prendetevi cura di voi stessi, a tutti i livelli: fisico, emotivo, mentale e spirituale.

Fate esercizi, cercate di mangiare meglio. Favorite le relazioni positive, la lettura, i film e le situazioni costruttive. Studiate i percorsi spirituali, andate nei luoghi che li propongono, partecipate a corsi. Siate consapevoli e diventate più selettivi nell'alimentazione fisica, emotiva, mentale e spirituale.

Douglas Harris

Douglas Harris è un esperto astrologo e scrittore con oltre due decenni di esperienza nella comprensione e interpretazione dello zodiaco. È noto per la sua profonda conoscenza dell'astrologia e ha aiutato molte persone a trovare chiarezza e comprensione delle loro vite attraverso le sue letture dell'oroscopo. Douglas ha una laurea in astrologia ed è apparso in varie pubblicazioni, tra cui Astrology Magazine e The Huffington Post. Oltre alla sua pratica di astrologia, Douglas è anche uno scrittore prolifico, avendo scritto diversi libri di astrologia e oroscopi. È appassionato di condividere le sue conoscenze e intuizioni con gli altri e crede che l'astrologia possa aiutare le persone a vivere una vita più appagante e significativa. Nel tempo libero, Douglas ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la sua famiglia e gli animali domestici.