Il chakra di base concentra il potere della realizzazione materiale.

Douglas Harris 03-06-2023
Douglas Harris

Il 1° chakra è chiamato Chakra della radice, Chakra di base o Muladhara. Quando è attivato il suo colore è rosso fuoco, il rosso del nucleo più interno del pianeta. Il suo elemento è la terra, da cui possiamo assorbire o radicare la nostra forza. Il suo principio di base è quello di fare il movimento fisico qui e ora, un rapporto molto primitivo con la lotta o la fuga per la sopravvivenza.

Nel Chakra fondamentale risiede la nostra inesauribile forza vitale, chiamata Kundalini, punto centrale e canale del sistema circolatorio delle energie sottili. È il fondamento primordiale affinché i chakra superiori si armonizzino come un unico corpo.

Chakra di base: caratteristiche

Si trova alla base della colonna vertebrale (coccige) tra l'ano e i genitali ed è in relazione con tutto ciò che è duro nel corpo, come la colonna vertebrale, le ossa, i denti e le unghie. Ha anche una correlazione fisica con la costruzione cellulare del sangue, grazie alla ghiandola sovra renale che regola il nostro corpo per essere pronto all'azione. L'ano, la prostata, il retto e l'intestino crasso fanno anche parte di questo elenco dicorrispondenti.

Tutto ciò che riguarda la sopravvivenza, reale o immaginaria, circola in questo chakra.

Questo primo vortice ci connette con il mondo fisico e mette in contatto diretto il nostro sistema di materia sottile con l'energia terrestre del nostro pianeta. Questo contatto diretto ci dà la fermezza per costruire la nostra vita con stabilità e forza di realizzazione. Qui ci connettiamo allo spirito della Madre-Terra, al suo amore, alla sua accoglienza, alla sua creatività e alla sua forza.

Tutto ciò che riguarda la sopravvivenza, reale o immaginaria, circola in questo chakra: cibo, denaro, riparo, paura di qualcosa che minaccia la nostra vita - in modo primitivo o meno. È questo chakra che dà il segno sessuale della sopravvivenza nelle questioni di continuità della specie, riproduzione e formazione della famiglia.

Chakra di base in armonia

Il funzionamento armonioso di questo 1° plesso parla della gratitudine per tutto ciò che la Terra produce e che è a nostra disposizione come cibo, protezione, sicurezza, affetto, stabilità, forza interiore e una fiducia incrollabile nella realizzazione dei propri obiettivi.

L'equilibrio tra l'immobilità e il fare nasce in questo vortice e alla fine si dispiega nella saggezza e nell'accettazione dell'impermanenza della vita - morte e rinascita.

Chakra di base sbilanciati

Il funzionamento disarmonico ruota attorno a compulsioni ossessive con il sesso e i beni materiali in generale, senza pensare alle conseguenze, e comprende anche eccessivi piaceri sensuali, dimenticando persino il proprio benessere, con bevande alcoliche, droghe e cibo.

Nel Muladhara si manifesta la tendenza a trattenere i beni con grande difficoltà di distacco, e questo attaccamento può estendersi al corpo fisico - sviluppando stitichezza e obesità (trattenendo acqua e grasso) e persino isolamento dalla vita sociale.

Sempre parlando dei lati negativi dell'uso di questa energia vitale, dobbiamo citare il meccanismo di difesa emozionale che genera rabbia, violenza, intolleranza e irritazione che finisce per sviluppare situazioni estreme di furia senza pensare all'altro o a se stessi. E possiamo anche citare il disturbo del Chakra della radice nella maggior parte delle persone, che è la mancanza di rispetto con il pianeta Terra stesso.

L'ipofunzionamento del Chakra Muladhara porta spesso mancanza di volontà di andare avanti, resistenza fisica e psichica scossa e insicurezza nella vita con la sensazione di essere senza base o terreno.

Come migliorare il funzionamento del Chakra di base?

Per facilitare questo, in un primo piano dovremmo fare una pulizia energetica con un buon professionista, dove si possa recuperare l'integrazione e la potenza della stessa. Una volta fatto questo, possiamo iniziare un percorso di autoindagine per riconoscere come azioni, pensieri e desideri possano limitarci.

La mancanza di autoconsapevolezza e di auto-osservazione può disenergizzare il vostro vortice, come se i vostri pensieri e le vostre azioni aprissero delle fessure da cui fuoriesce la vostra energia vitale.

La forza della realizzazione materiale risiede in questo centro energetico e senza che funzioni in modo sano è molto difficile agire e far accadere le cose nel mondo in cui viviamo. Un buon punto da chiedersi è "mi sento abbastanza sicuro di me per mantenere il mio lavoro?".

Altre buone domande a cui rispondere sono:

  • Ho pensieri e sentimenti di paura? Sono reali o di fantasia?
  • Come mi sento di fronte agli scatti di aggressività?
  • Sono etico?
  • Mi sono sentito arrabbiato?
  • Posso rispettare i limiti del mio corpo?
  • Mi comporto in modo responsabile nei confronti del pianeta in cui vivo?
  • Sento di poter mantenere una situazione di vita sana?
  • Ho paura di perdere qualcosa?
  • Trovo difficile lasciare andare le cose e le persone in generale?
  • Che cosa potrebbe perpetuarsi nella mia vita quotidiana che riconosco essere una convinzione limitante?
  • Quali sono i miei desideri e come posso soddisfarli? Esaminate a fondo questo aspetto della vostra personalità.
  • Sono intrappolato in fantasie che mi rendono ancora più angosciato?
  • Posso e mi permetto di scegliere di fare diversamente?
  • Come posso essere più creativo in questa autoindagine?

Create la vostra domanda e, se volete, inviatemela.

Guarda anche: Gli occhi rivelano problemi di personalità e di salute

Bilanciare i chakra

Dopo aver fatto questa profonda immersione dentro di sé con molta onestà e attenzione, è il momento di calmare la mente e di prestare attenzione alla respirazione. Lasciate che l'aria riempia tutti gli angoli del corpo e li svuoti completamente. Calmate la mente concentrandovi sull'aria che entra ed esce dalle narici.

Se questo è il vostro caso, rivolgetevi a un professionista che vi aiuti a organizzare le vostre idee e ad andare avanti in modo più sicuro.

La meditazione/attenzione totale è un ottimo strumento per la regolazione dei chakra e può - e dovrebbe - essere sempre utilizzato. Anche la pratica di esercizi fisici come lo yoga è eccellente. Fare frequentemente terapie energetiche può aiutare immensamente nel processo di maturazione delle emozioni e di recupero dei chakra.

Tenere la mente sotto osservazione e controllarla per scegliere i pensieri giusti è un esercizio eccellente. Assumersi la responsabilità, perdonare e accettare se stessi può aiutare immensamente in questi problemi quotidiani di base.

Sulla base dello sviluppo del mio lavoro "Virtù con coscienza", vi suggerisco di investire nel "servizio". Questa postura interna ed esterna di servire se stessi e gli altri, di solito produce energia di gioia, che potenzia immediatamente il vostro 1° chakra e molto di più.

Utilizzare i propri doni e talenti al servizio del lavoro o delle relazioni in generale offre un nuovo sguardo sulle azioni che possono cambiare completamente il rapporto con il mondo.

Capire meglio i Chakra

Abbiamo sette chakra, che sono i centri energetici in cui la coscienza o saggezza naturale della vita percepisce e svolge due funzioni allo stesso tempo: rappresenta se stessa e le emozioni ad essa collegate. In questo modo sviluppiamo la consapevolezza di ciò che è giusto o meno nella nostra vita. Il chakra ci mostra il nostro inconscio in azione.

Tutti questi centri sono distribuiti vicino e lungo la colonna vertebrale. La loro forma ricorda un'antenna parabolica e la loro percezione è simile a quella di un radar. Percepiscono il mondo e subiscono l'impatto degli eventi e delle persone che ci circondano. Funzionano anche come vere e proprie centrali elettriche per l'irradiazione di energia, emozioni e pensieri.

Guarda anche: La guida definitiva al Sole, alla Luna e all'Ascendente in ogni segno

I chakra sono i nostri centri energetici e ne abbiamo sette in totale.

Sono fondamentali per la regolazione del nostro organismo, per l'armonia e l'equilibrio tra fisico, emotivo e mentale, per il collegamento tra il corpo materiale e il mondo soggettivo.

Pertanto, ognuno dei sette chakra racchiude tutte le emozioni che proviamo e che si ripercuotono immediatamente sui risultati fisici ed energetici della nostra vita quotidiana.

Una giornata stressante con molta rabbia influisce negativamente sul nostro campo energetico, sui chakra e sul corpo fisico.

Ora che disponete di queste preziose informazioni, sta a voi decidere cosa farne. Nulla di ciò che è stato detto qui sostituisce l'andare dal medico o il sottoporsi a trattamenti. Al contrario, il recupero del chakra può accelerare tutti questi processi di guarigione.

Vi auguro sinceramente di percorrere un cammino di consapevolezza con molte gioie e realizzazioni. Che le vostre indagini vi portino risultati meravigliosi.

Namaste: il mio Essere riconosce il vostro Essere in tutto il suo splendore!

Douglas Harris

Douglas Harris è un esperto astrologo e scrittore con oltre due decenni di esperienza nella comprensione e interpretazione dello zodiaco. È noto per la sua profonda conoscenza dell'astrologia e ha aiutato molte persone a trovare chiarezza e comprensione delle loro vite attraverso le sue letture dell'oroscopo. Douglas ha una laurea in astrologia ed è apparso in varie pubblicazioni, tra cui Astrology Magazine e The Huffington Post. Oltre alla sua pratica di astrologia, Douglas è anche uno scrittore prolifico, avendo scritto diversi libri di astrologia e oroscopi. È appassionato di condividere le sue conoscenze e intuizioni con gli altri e crede che l'astrologia possa aiutare le persone a vivere una vita più appagante e significativa. Nel tempo libero, Douglas ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la sua famiglia e gli animali domestici.